Giancarlo Narciso

By | March 8, 2019

 

  • Stampa 
  • Email

Milanese d’origine, Giancarlo “Jack” Narciso lascia l’Italia nel 1978, spinto da un peripatetico bisogno di esplorare gli angoli più torbidi e remoti del pianeta. Il suo ossessivo peregrinare lo porta a girare quattro volte attorno al mondo, tre nella direzione di Phileas Fogg e una in quella di Magellano, stabilendosi di volta in volta a Tokyo, Kuwait, Kathmandu, Città del Messico, Singapore e in Indonesia e facendo i mestieri più disparati, dal traduttore al modello, dal contrabbandiere alla comparsa.
Fra i suoi romanzi ricordiamo Otherside, Solo fango, Un’ombra anche tu come me, Incontro a Daunanda, Le zanzare di Zanzibar, Sankhara, Singapore Sling e I guardiani di Wirikuta. Numerosi i racconti comparsi in antologie per Sonzogno, Piemme, Garzanti e Mondadori. Da Singapore Sling è stato tratto il film Belgrado Sling, una produzione RAI cinema con Fabio Sartor, Cecilia Dazzi e Fabio Fulco. Con lo pseudonimo di Jack Morisco firma una fortunata serie di romanzi di spionaggio per Segretissimo Mondadori.
Nel palmarés di Narciso spiccano il prestigioso premio Scerbanenco per il miglior noir italiano vinto nel 2006 con Incontro a Daunanda e il premio Tedeschi per Singapore Sling (1998). Nel 2011 il suo ultimo romanzo, Otherside, si è aggiudicato un bronzo classificandosi al terzo posto al premio Azzeccagarbugli.
Dal 1998 Giancarlo Narciso tiene il suo corso di scrittura creativa Plot, basato sulla centralità della trama, sia per adulti presso il CDM Centro Didattico Musicateatrodanza di Rovereto che nei licei del Trentino.