007: SE CROLLASSE IL CIELO SU LONDRA

Scritto da  Marco Donna

skyfall-james-bond-trailer

Sede di Lavoro: 85 Albert Embankment, Londra. Questo dovrebbe essere scritto sul libretto del lavoro dell’Agente 007 del SIS, Servizio Segreto Britannico.
Anche se siamo portati a ricordare location esotiche che avranno generato rimborsi spese eccezionali ai danni dei contribuenti (si veda a proposito il mio racconto per il numero 5 della rivista Action in uscita proprio in questi giorni), James Bond è un simbolo di Londra. È la quintessenza dell’orgoglio Britannico e non poteva che essere in prima fila in questo 2012 in cui la città è risorta a nuovo ombelico del mondo sportivo, culturale e politico. Lo avevamo visto già in quella storica sequenza della Cerimonia di apertura delle Olimpiadi in cui faceva da Guardia del Corpo a Sua Maestà la Regina. Ci aveva fatto sorridere allora e, con Skyfall, si raggiunge l’apoteosi del suo ruolo di ambasciatore di Londra, dell’orgoglio britannico, dei difetti e dei pregi di un intero popolo.

Bond-on-set-skyfallÈ la seconda volta che vado a Londra in prossimità dell’uscita di uno 007. La città in quei giorni si riveste di un elegante smoking. Quest’anno ancora di più perché si celebrano anche i Cinquant’anni della saga cinematografica e i negozi non hanno perso l’occasione per accogliere al meglio orde di appassionati.
Tutte le principali librerie hanno dedicato reparti con una serie di uscite imperdibili. Bond on Set di Greg Williams (il libro ufficiale delle location di Skyfall), Bond on Bond di Roger Moore (!), 50 Years of Bond Posters, 100 Postcards from the James Bond archives sono solo alcune delle uscite editoriali che sono servite a decorare interi scaffali.
Tutti i vecchi negozi per appassionati di filatelia hanno mostrato le collezioni di francobolli dedicati al Cinquantenario. Le vetrine dei negozi Swarovski sono state illuminate dal generoso décolleté di Bérénice Marlohe che invita a guardare e a comprare la collezione 007. Per non parlare dei negozi di telefonia che invitano ad acquistare lo smartphone di 007 e le orologerie con l’orologio ufficiale.
Londra non limita la sua passione Bondiana all’animo commerciale. I personaggi di Skyfall scorazzano per la città nelle loro gigantografie appese alle pareti dei mitici double decker (i famosi bus a due piani).

bond-on-bond_mooreCome dicevo, la capitale britannica è la sede di lavoro di 007 ma, se l’indirizzo ufficiale è quello del palazzo dei Servizi Segreti che si vede esplodere in Skyfall, quello ufficioso dovrebbe essere “presso Cinema Odeon in Leicester Square”. È il luogo dove si sono svolte innumerevoli prime per i film di 007. Quest’anno la Royal Premiere è stata celebrata alla Royal Albert Hall ma il cinema Odeon è stato comunque decorato da un’enorme gigantografia della locandina ed la loro mitica brochure (andata subito a ruba), oltre alla copertina e agli articoli sull’ultimo film di 007, pubblica una storica foto dagli archivi dell’Odeon dove si vede Roger Moore con moglie, mentre sta per entrare al cinema per la prima di L’uomo dalla pistola d’oro.
E, dopo aver visto il film, non vi stupite se sentirete un desiderio sfrenato di gettarvi in un inseguimento mozzafiato tra le fermate metro di Temple, Embankment e Charing Cross.
Un simbolo della Londonesità di 007 è il fotogramma da Skyfall di James Bond pensieroso sui tetti della città che osserva tra le nuvole le Union Jack sventolare pensando a quanto si sia rischiato vedere che il cielo cascare sulla capitale e su ciò che rappresenta.
Non voglio svelare nulla della trama però il fulcro simbolico a cui la sceneggiatura si è voluta attenere si evince nella scena in cui l’agente segreto incontra Q nella sala 34 della National Gallery. I due ammirano il quadro di Joseph Mallord William Turner Fighting Temeraire rimorchiato al suo ultimo ormeggio per essere demolito (1839). L’autore aveva voluto celebrare la nave da guerra che, pur essendo stata protagonista della battaglia di Trafalgar, stava per essere demolita e venduta al prezzo del legname nell’indifferenza della memoria. Più simbolo di così?

skyfall_daniel_craig


Questo sito non rappresenta una testata giornalistica con cadenza periodica e non è da considerarsi
un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici, per saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi, clicca sul link Maggiori info. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll, chiudendo questo banner o cliccando sul pulsante "Accetta", invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information